HOME / Ristonews / Interviste e opinioni
“Kamut®: replica e precisazioni

logo-kamut.jpg

 

Gentile redazione,

con la presente desideriamo fare alcune precisazioni in merito ai contenuti dell’articolo “Kamut®: l’opinione di Simona Lauri” in quanto nell’articolo vengono riportate in modo non corretto alcune informazioni che rischiano di creare confusione nel lettore su tutto quanto riguarda il grano khorasan KAMUT® e che quindi desideriamo qui precisare con l’obiettivo di fare chiarezza sull’origine di questo cereale, spiegare le caratteristiche distintive del grano khorasan a marchio KAMUT® ed evitare il proliferare a catena nel web di informazioni errate.

 

Vi elenchiamo qui di seguito per punti gli aspetti che riteniamo importante precisare:

 

kamut.jpg

LE ORIGINI - Come giustamente già evidenziato nell’articolo, il grano khorasan, venduto sotto il marchio KAMUT®, non è nativo dell’Egitto dove fu inizialmente recuperato da un aviatore americano nel 1949. All`aviatore dissero che fosse proveniente da una tomba in Egitto, ma è più probabile che il grano fosse stato acquistato da un venditore ambulante al Cairo. In realtà non è noto quando il grano khorasan sia stato introdotto in Egitto, dove è attualmente chiamato Balady durum, che significa "duro nativo". E’ invece vero che si trova traccia del termine “kamut” nel volume “An Egyptian Hieroglyphic Dictionary" di E. A. Wallis Budge pubblicato nel 1920.

 

LA GENEALOGIA – Il grano khorasan KAMUT® è una varietà di Triticum turgidum ssp. Turanicum originario, come il grano duro, dal medesimo grano: il farro selvatico. Grano khorasan e grano duro appartengono a due varietà diverse, benché imparentate.

 

PERCHÉ UN MARCHIO COMMERCIALE – Il termine KAMUT® esiste come marchio commerciale che identifica un determinato tipo di grano khorasan. La ragione per cui la famiglia Quinn ha deciso di depositare il marchio KAMUT® sta nella volontà di garantire determinate caratteristiche di una qualità di grano khorasan che viene commercializzata in tutto il mondo. Non ci sono motivazioni legate alla volontà di monopolizzare una determinata produzione, ma al desiderio di proteggere e preservare le qualità eccezionali dell’antico grano khorasan, a beneficio di tutti coloro che cercano un alimento sano e di alta qualità. Solo attraverso l’uso di un marchio registrato si può garantire ai clienti che i prodotti a base di grano khorasan KAMUT® contengono la pura e antica varietà di grano khorasan, non geneticamente modificato, mai ibridato dall’uomo, coltivato secondo il metodo dell’agricoltura biologica e con elevati standard di qualità.

 

Non reclamiamo alcuna proprietà su nessuna delle circa cento linee di grano khorasan oggi note.

Chiunque è libero di coltivare qualunque grano antico e venderlo se lo desidera, ma noi controlliamo l’uso del marchio KAMUT® e che il marchio sia usato seguendo il disciplinare che abbiamo messo a punto:

  • grano dell’antica varietà chiamata khorasan
  • coltivato rigorosamente secondo il metodo dell’agricoltura certificata biologica
  • contenente un range di proteine fra il 12 e il 18%
  • puro al 99% da contaminazioni con varietà di grano moderne
  • Al 98% privo di segni di malattia
  • contiene tra i 400 e 1000 ppb di selenio
  • non può essere utilizzato in prodotti il cui nome sia ingannevole o fuorviante sulla percentuale
  • di esso contenuta
  • non deve essere mescolato a grano moderno nella pasta

 

Al momento tali caratteristiche si possono rilevare solo nel grano khorasan biologico coltivato dal consorzio di agricoltori biologici aderenti al programma KAMUT® nelle zone del Montana (USA) e dell’Alberta e del Saskatchewan (Canada). Nonostante i numerosi tentativi fatti dall’azienda per

cercare di identificare un terreno di coltivazione di questo grano anche in Europa, ad oggi nessuno dei test effettuati ha dato esito positivo di corrispondenza costante con i nostri standard qualitativi, come ci richiedono i nostri consumatori.

Il tipo di grano Saragolla coltivato nel Centro-Italia non ha esattamente le medesime caratteristiche e non può dunque essere definito equivalente a quello d’oltreoceano.

 

UN PREZZO CHE GIUSTIFICA LA QUALITA’ – Il grano khorasan KAMUT® è un cereale di qualità superiore, coltivato esclusivamente con metodo biologico, mai ibridato né geneticamente modificato, e ricco di proprietà nutrizionali benefiche per la salute. Ma le ragioni principali per cui è generalmente più costoso di altri cereali sono due. La prima è dovuta al fatto che l’azienda crede che gli agricoltori debbano ricevere un compenso adeguato e giusto per la loro produzione. La seconda ragione è che oltre al compenso, viene pagato agli agricoltori un premio di produzione per compensarli della bassa resa di un grano antico rispetto ai grani moderni. Inoltre, la filosofia del progetto KAMUT® è sempre stata quella di mantenere i prezzi stabili (per almeno un anno), distaccati dai normali cicli dei prezzi delle materie prime. Gli inevitabili costi di trasporto non incidono in maggior misura e non è corretto affermare che vi siano anche incidenze legate ad aspetti commerciali o a “regimi di monopolio” che, come detto precedentemente, non sussistono.

 

LE CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI E GLI STUDI SCIENTIFICI A SUPPORTO - In merito al valore scientifico di alcune proprietà nutrizionali del grano khorasan KAMUT®, per quanto riguarda la maggior tollerabilità da parte di coloro che si dichiarano sensibili al frumento esiste lo studio Assessment of allergenic reactivity of KAMUT versus common wheat, realizzato nel 1991 in collaborazione con l’International Food Allergy Association di Chicago, da cui è effettivamente emerso che, sulla maggior parte delle persone sensibili al grano, i prodotti a base di farina di grano khorasan KAMUT® non provocano irritabilità e possono quindi essere un eccellente sostituto.

Ma attenzione: il grano khorasan KAMUT® contiene glutine e non è quindi adatto all’alimentazione dei celiaci.

 

Ufficio stampa Kamut Enterprise of Europe - Ketchum

 

 

Bibliografia

- Assessment of allergenic reactivity of KAMUT versus common wheat. Clinical trial studies. October 22, 1991. By Eileen Rhude YODER, Ph.D., President IFAA

 

In studi scientifici più recenti, invece, tra cui uno pubblicato quest’anno sulla rivista scientifica

European Journal of Clinical Nutrition, sono stati evidenziati i risultati del primo studio della fase 3 del programma di ricerca, questa volta realizzato su un campione di 22 adulti sani2: nelle persone che si erano alimentate con grano khorasan KAMUT®, si sono registrate riduzioni significative nel tasso di colesterolo totale nel sangue (-4%) di colesterolo LDL "cattivo" (-8%) e un aumento altrettanto significativo di minerali come il potassio (+5%) e il magnesio (+2%). Tali conseguenze favorevoli per la salute cardiovascolare si sono accompagnate a un rilevante effetto benefico nella riduzione dello stato infiammatorio, attraverso la riduzione statisticamente significativa di citochine infiammatorie quali il TNF-alpha (-35%), e l`interleuchina -6 (-24%) e, del profiloantiossidante attraverso la riduzione dei TBARs e dei carbonili.

 

- Characterization of khorasan wheat (Kamut) and impact of a replacement diet on cardiovascular risk factors: crossover dietary intervention study. Sofi F. et al., European Journal of Clinical Nutrition, 2013.


06/08/2013

Torna SU ↑



RISTONEWS
Attualità, sondaggi, news
Interviste e opinioni
Gestione e legislazione
MONDOPIZZA
Pizzanews
Professione pizzaiolo
Pizza&core
Ricette
RISTORANTI
Professione ristoraro
Ricette
LOCALI D.O.C.
Pizzerie
Ristoranti
Locali serali e bar
FOOD SERVICE
Aziende
Prodotti
BEVERAGE
Aziende
Prodotti
ATTREZZATURE
Aziende e prodotti
Arredi e hotellerie
EVENTI
Fiere
Eventi
Top News
Filo Diretto
Beverage
CONTATTI
PRIVACY - COOKIES

PUBBLICITA'
Feed RSS