HOME / Ristonews / attualit´┐Ż´┐Ż, sondaggi, news


2016: cresce il fuori casa

Il “clima di fiducia” segna il primo “pi¨” dal 2007.

pizzaiolo.jpgEsiste un dato che viene chiamato dagli esperti di economia “clima di fiducia”: avrete sentito e letto spesso questo termine: indica per la precisione un “indice”, un numero risultante dai dati elaborati su questionari che indagano il grado di ottimismo su determinati aspetti.

Nel caso del clima di fiducia delle imprese della ristorazione questo indice è una sintesi di come le aziende del settore “percepiscono” il proprio mercato di riferimento.

ristorazione 2016.pngCapiamo bene che il clima di fiducia delle aziende del fuori casa è un aspetto da non sottovalutare perché indica i possibili futuri comportamenti concreti, come ad esempio fare tagli di spesa o al contrario investimenti, aumentare o abbassare i prezzi, assumere o al contrario licenziare etc.

La notizia positiva di inizio anno è che questo “clima” è ai massimi storici dal 2007, + 47 punti percentuali rispetto ad un anno fa; ma non solo è positivo il clima delle aziende, è positivo anche quello dei consumatori. Il fuori casa italiano valuta positivamente sia i flussi di clientela, sia il fatturato dell’anno appena conclusosi, ritenuti migliori rispetto al passato. Positivi anche i giudizi sui costi di approvvigionamento, ritenuti stabili.

Se la domanda e l’offerta, ovverosia consumatori e aziende, hanno un atteggiamento positivo, significa che nel 2016 si può ben sperare che l’economia inizi a rigirare dopo quasi dieci anni.

Sarebbe stata la stagione estiva 2015, secondo Fipe, quel “momento roseo” che di sicuro ha alimentato l’ottimismo tra le imprese del settore, ottimismo confermato poi in chiusura d’anno dalle feste natalizie.

 

I numeri della ristorazione

Abbiamo parlato di fiducia, ora parliamo di consumi: stando agli studi di Fipe, i consumi hanno registrato una piccola crescita pari allo 0,8%; minima è vero, tuttavia ugualmente un timido segnale di ripresa. 

“Otto italiani su dieci – si legge nella nota di Fipe - frequentano più o meno abitualmente bar e ristoranti a pranzo, a cena o semplicemente per una pausa (…) 12 milioni di persone in Italia pranzano abitualmente fuori casa. Oltre l`80% prevede di spendere maggiormente al ristorante nei prossimi sei mesi (…). Con 76 miliardi di euro, su un totale di oltre 500, l`Italia è il terzo mercato europeo della ristorazione dopo Regno Unito e Spagna”.


 

schema.jpgI consumi in pizzeria

Quanti clienti hanno oggi i locali in Italia? 39 milioni di persone, tutti quegli italiani che consumano fuori casa abitualmente un pasto, dalla colazione alla cena. Ma quali sono i numeri relativi al settore pizza? 

Vediamoli: 12 milioni di italiani pranzano fuori casa per 3-4 volte durante la settimana; panino, pizza e primi piatti le proposte di maggiore preferenza. La pizza, quindi, è molto apprezzata come pasto infrasettimanale; tuttavia, va precisato che il punto di ristoro più allettante a mezzogiorno è il bar, dove oggi si consuma anche il break lavorativo. La pizzeria, piuttosto, va forte nel week end: “6,6 milioni

di italiani pranzano fuori casa almeno 3 volte al mese, scegliendo soprattutto la pizza e spendendo indicativamente 18,60 euro. I dati sulla cena indicano, infine, che 3 milioni di italiani cenano al ristorante almeno tre volte alla settimana, scegliendo soprattutto pizzerie, con una spesa di 22,40 euro.

La pizza, come sempre, traina i consumi, e l’augurio per il 2016 è che sempre più italiani possano godersi con frequenza questo piatto meraviglioso, comodamente seduti nei vostri locali.

 

 

I consumi durante le feste
Le feste natalizie hanno rappresentato per i locali un passaggio importantissimo a cavallo fra il 2015 e questo nuovo anno che promette di far “respirare” i consumatori. Secondo le stime della Federazione Italiana Pubblici Esercizi circa 7 milioni di italiani hanno festeggiato il Natale fuori dalle mura domestiche, sia in ristorante che in trattoria. Il numero dei consumatori del pranzo natalizio ha rappresentato, in percentuale, una buona crescita del 2,8% rispetto allo scorso anno.
Entrando nel dettaglio, il 10% ha pranzato a Natale in un ristorante dello Stivale, mentre il 2% è stato all’estero, per una spesa media pro capite di poco più di 50 euro. Oltre otto 8 su 10, invece, sono restati a casa, in particolare famiglie, over 55 e i residenti nelle regioni del Centro Italia.
Passando invece al cenone della Vigilia, i dati ci dicono che circa 5 milioni di italiani, soprattutto i giovani e giovanissimi e i residenti nelle regioni del Sud, hanno brindano in un locale l’arrivo dell’anno nuovo. Poco più di un milione è stato, invece, in un ristorante all’estero.

 

Non tutti i consumatori sono uguali

locale-2.jpg

Sono diversi i target di clienti, con diverse abitudini di consumo. Ecco i numeri relativi al 2015 (Fipe)
heavy consumer: sono 13 milioni di persone e consumano almeno 4-5 pasti fuori casa in una settimana
average consumer: 9 milioni di persone che consumano almeno 2-3 pasti fuori casa in una settimana
low consumer: 17 milioni che consumano almeno 2-3 pasti in un mese
“Gli heavy consumer, coloro che “spendono di più” sono in prevalenza uomini (51,3%) di età compresa tra i 35 e i 44 anni (24,8%) e residenti al Nord Ovest (29,8%) in centri abitati tra i 5.000 e i 40.000 abitanti (30,5%). Appartengono ad un nucleo famigl iare composto da 3 componenti (32,3%). Gli average sono in prevalenza uomini (51,9

%), residenti al Centro Italia (28,9%) in centri abitati tra i 5.000 e i 40.000 abitanti (35,9%). In prevalenza appartengono ad un nucleo famigliare composto da 4 componenti (26,1%). I low consumer sono in prevalenza donne (51,6%), di età superiore ai 64 anni, residenti nelle regioni del Nord Italia, in centri abitati tra i 5.000 e i 40.000 abitanti (34,9%). In prevalenza appartengono ad un nucleo famigliare composto da due componenti (35,2%)”.


18/02/2016

Torna SU ↑



   Ricette
   LOCALI
RISTONEWS
Attualità, sondaggi, news
Interviste e opinioni
Gestione e legislazione
MONDOPIZZA
Pizzanews
Professione pizzaiolo
Pizza&core
Ricette
RISTORANTI
Professione ristoraro
Ricette
LOCALI D.O.C.
Pizzerie
Ristoranti
Locali serali e bar
FOOD SERVICE
Aziende
Prodotti
BEVERAGE
Aziende
Prodotti
ATTREZZATURE
Aziende e prodotti
Arredi e hotellerie
EVENTI
Fiere
Eventi
Top News
Filo Diretto
Beverage
CONTATTI
PRIVACY - COOKIES

PUBBLICITA'
Feed RSS