HOME / Home / Top News
Menu: che minerali abbiniamo?

Le minerali fanno parte del patrimonio gastronomico italiano come ogni altra cosa che mettiamo in tavola


acqua.jpg

Conoscere l’acqua: sì, perché le minerali (il plurale non è casuale) non sono tutte uguali e le caratteristiche tipiche organolettiche le rendono peculiari sia per gli effetti sull’organismo che per il gusto. Proprio questo ultimo punto ci interessa, perché essendo una diversa dall’altra, ogni bottiglia di minerale può essere considerata “ideale” per certi tipi di pietanze. Quanto sanno i ristoratori (e in generale coloro che nel mondo della ristorazione lavorano) sulle differenze delle varie minerali?
C’è tanto da poter dire. C’è una classificazione delle acque, ci sono i principi alimentari e salutistici delle minerali, l’etichetta va saputa leggere e poi ci sarebbe da saper riconoscere le minerali degustandole. Tutti questi passaggi sono il “saper fare” dell’idro sommelier.


Riconoscere una minerale dall’altra
L’analisi sensoriale è alla base delle conoscenze di un idro sommelier. Giova avere una tale capacità perché bere (e far bere) acqua al ristorante non significa scegliere fra “gassata” e “naturale”, come una volta si sceglieva fra vino bianco e rosso, ma significa optare per una minerale adatta e che deve piacere. Certo, deve piacere: in fondo senza essere idro sommelier tutti hanno fatto esperienza che una marca non è come un’altra (un’acqua non è come un’altra) e che si possono avere delle preferenze istintive. In più, conoscendo a fondo le minerali, si possono anche abbinarle al meglio ai piatti. Tant’è che A.D.A.M. (Associazione Degustatori Acque Minerali) ha realizzato “La Carta delle Acque Minerali”: non una semplice lista di etichette, bensì un accostamento acqua-cibo.
Siamo un Paese ricco di fonti, il maggior bevitore di minerali e siamo il paese del buon cibo: ecco che allora acqua e cibo ben abbinati rientrano in un’ottica di “valorizzazione” della gastronomia. Siamo dell’idea anche noi che le minerali fanno parte del patrimonio gastronomico italiano come ogni altra cosa che mettiamo in tavola. Per scaricare la carta dell’eacqua dell’A.D.A.M. basta scrivere l’url: http://www.degustatoriacque.com/scarica.html

Consigli per un valore aggiunto nell’offerta
L’acqua disseta, fa bene alla salute, può essere abbinata in modo corretto a qualsiasi piatto. Anche la conservazione è importante: occorre custodire le confezioni al riparo dalla viva luce e da fonti di calore, in locali idonei per la perfetta conservazione del prodotto. Occorre maneggiare le confezioni con cura per evitare danni alle etichette, al tappo, al contenitore stesso. Occorre presentare ai clienti la bottiglia nella sua confezione originale, illustrandone le caratteristiche e stapparla al tavolo. Si suggerisce una temperatura attorno ai 10° per le effervescenti e sui 12° le piatte. È preferibile utilizzare grandi bicchieri di cristallo sottile, liscio, incolore e trasparente. È meglio evitare l’impiego di ghiaccio nel bicchiere, altera il gusto e crea una miscela con acqua di altra e diversa natura. L’A.D.A.M. sul suo sito consiglia di non immergere la bottiglia nel secchiello del ghiaccio per evitare un antiestetico distacco dell’etichetta.

 

lete-logo.jpg

 

lete.jpg

Lete, effervescente naturale poverissima di sodio, è ideale, secondo la carta delle minerali, per gli antipasti a base di carne e primi e secondi sempre a base di carne, ottima anche sulla pizza. Lete, nel suo percorso tra le rocce, si arricchisce di preziosi sali minerali e dalle segrete profondità di “Madre Terra” riceve l’incomparabile dono dell’effervescenza naturale, che si materializza nelle sue delicate bollicine. Con i suoi 4,9 mg/l Acqua Lete è l’effervescente naturale con il più basso contenuto di sodio prodotta in Italia.
Oltre alla sua delicata effervescenza e alle sue eccezionali capacità dissetanti, Acqua Lete, ricca di bicarbonati e calcio, aiuta i processi digestivi e riduce quel senso di gonfiore che si prova dopo un pasto. Viene imbottigliata così come nasce alla sorgente.

http://acqualete.it


23/10/2019

Torna SU ↑



RISTONEWS
Attualità, sondaggi, news
Interviste e opinioni
Gestione e legislazione
MONDOPIZZA
Pizzanews
Professione pizzaiolo
Pizza&core
Ricette
RISTORANTI
Professione ristoraro
Ricette
LOCALI D.O.C.
Pizzerie
Ristoranti
Locali serali e bar
FOOD SERVICE
Aziende
Prodotti
BEVERAGE
Aziende
Prodotti
ATTREZZATURE
Aziende e prodotti
Arredi e hotellerie
EVENTI
Fiere
Eventi
Top News
Filo Diretto
Beverage
CONTATTI
PRIVACY - COOKIES

PUBBLICITA'
Feed RSS