HOME / Home / Scelti per voi
Clara Micheli passione e professionalitą

micheli.jpg«M’è sempre piaciuto il lavoro di pizzeria, da piccolina tutte le volte che coi miei genitori s’andava in pizzeria, indovina dove mi piazzavo? Davanti al banco del pizzaiolo, m’incantava quello che faceva, tirava fuori dalla madia in legno la pallina, mi strizzava l’occhio e poi in un attimo con le mani che parevano ali di farfalla la trasformava in un bianco disco, a volte la roteava nell’aria e io naso all’insù la seguivo. Poi quel rosso che la tingeva e poi il forno, la vampa, il calore, i profumi e quel gusto che sfiorava il divino: restavo lì impalata, conquistata. Ora che faccio questo lavoro ripercorro questi ricordi e comprendo meglio perché nella nostra infanzia c’è il nostro futuro, tutta la vita che verrà. E la mia vita oggi è questa, insegno a far pizza: farine, impasti, lievitazioni, farciture, quella che era la mia passione e la mia meraviglia è diventato il mio lavoro».
Questo è quanto ci ha detto Clara Micheli all’inizio della nostra conversazione, schietta, diretta genuina, appassionata: “Fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita”. Questo antico e saggio detto orientale calza a pennello per la nostra Clara, oggi infatti è divulgatrice e istruttrice per conto della Italmill, un lavoro che ama e che svolge con la stessa passione di quando bambina palpitava nel veder fare la pizza. Ma leggiamo cos’altro ci ha detto Clara Micheli da Montetignoso… ci tiene molto a dire che è di quelle parti.
michelui-2.jpg«Nonostante questa mia vocazione era naturalmente innata sin dalla mia infanzia, non pensavo potessi diventare una pizzaiola, all’epoca era visto come un lavoro per uomini, ma i tempi cambiano, la società si evolve (per fortuna) e anni dopo, grazie ad una mia cara amica Giovanna Alberti, di Massa Carrara, mi sono avvicinata al mondo della ristorazione. Giovanna aveva bisogno di una mano nel suo locale e lì per la prima volta ho messo le mani in pasta e si è riaccesa una fiamma che non si è più spenta, anzi è diventato incendio. Ero inesperta, da lì ho voluto sapere e capire tutto di pizza: impasti, lievitazioni, farciture, cotture. Ma per sapere bisogna studiare e soprattutto avere dei buoni maestri, ebbene da questo punto di vista sono stata fortunata, non tutti possono incontrare un Fabrizio Iacovella che  mi ha svelato i misteri della Scrocchiarella, Pietro Tallarini preciso più di uno svizzero e un mago della pizza classica e poi Tiziano Casillo, per lui l’unica definizione possibile è: Super Saiyan, il leggendario.
“La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento  incontra l’opportunità.” Cito sempre questo famoso detto di Seneca perché la mia grande opportunità è stata incontrare queste persone, poter lavorare con un’azienda come Italmill dove, nonostante sia una multinazionale, non sei un numero. Italmill è una grande realtà dove convivono armonicamente, da un lato grande professionalità, le strategie delle grandi aziende, la ricerca scientifica ad altissimi livelli (basta vedere la loro incredibile gamma di prodotti) e dall’altro invece i valori umani, come lo spirito di amicizia. In Italmill prima di colleghi siamo amici, pronti a scambiarci informazioni, ad alimentare la nostre reciproche conoscenze a lavoraremicheli-3.jpg tutti per lo stesso obiettivo. Questo mood lo portiamo anche fuori dall’azienda, sul mercato, ai nostri clienti. Ad esempio uno dei must di Italmill è quello di mettere a disposizione del mondo dell’arte bianca prodotti che facilitano il lavoro degli operatori, aiutano a far meglio, semplificano la vita e quindi la rendono più bella. Così come ora sono felice di quello che faccio, dei miei compiti in Italmill, di questa grande e bella famiglia nella quale vivo e lavoro. Poi, in futuro, chissà, il sogno rimane quello di aprire un locale mio per fare tutto quello che ho in testa, per ovviamente continuare a fare quello che amo e quindi non lavorare neanche un giorno nella mia vita. Bello, no?»
Nella storia di Clara Micheli, oltre alla sua tenacia, la passione e la professionalità che infonde nel suo lavoro, spiccano anche dei trofei, su tutti il Master Pizza Champion 2018, Clara è stata la prima pizzaiola donna a conquistare questo ambito titolo. Poi nel Mondiale 2019 è vice campione del mondo di pizza a due con Ilenia Bazzacco, nonché campione del mondo a squadre con i pizzaioli liguri apuani. Il suo hashtag? “Ha vinto il cuore” e non poteva essere diversamente per una come lei e la sua voglia di mettersi sempre in gioco con tutta la passione del mondo.


10/01/2020

Torna SU ↑



RISTONEWS
Attualità, sondaggi, news
Interviste e opinioni
Gestione e legislazione
MONDOPIZZA
Pizzanews
Professione pizzaiolo
Pizza&core
Ricette
RISTORANTI
Professione ristoraro
Ricette
LOCALI D.O.C.
Pizzerie
Ristoranti
Locali serali e bar
FOOD SERVICE
Aziende
Prodotti
BEVERAGE
Aziende
Prodotti
ATTREZZATURE
Aziende e prodotti
Arredi e hotellerie
EVENTI
Fiere
Eventi
Top News
Filo Diretto
Beverage
CONTATTI
PRIVACY - COOKIES

PUBBLICITA'
Feed RSS