HOME / Mondopizza / Pizzanews
Marco Fuso un leccese doc a Londra

marco-fuso-4.jpgMarco Fuso, partendo da Lecce, è arrivato a Londra circa 8 anni fa in cerca di fortuna, iniziando a lavorare come pizzaiolo. Tra mille difficoltà dovute alla lingua e all’adattamento in un nuovo mondo, ha saputo trovare il suo spazio, concretizzando i sogni sul lavoro e sulla famiglia: è sposato con Janira e padre di Brian di 5 anni e Isabelle di 9 mesi ed è titolare della MFP Consultancy, che offre servizi di consulenza a pizzerie per startup o rinnovi, nonché corsi di formazione del personale. Il suo nome è diventato molto noto nel mondo pizza dopo la sua proclamazione a “Pizzaiolo dell’anno 2017” in Gran Bretagna, durante l’EEPS - European Pizza and Pasta Show.
«Il premio mi è stato consegnato dallo chef Inglese Theo Randall, che faceva parte della giuria, una vera celebrity in U.K. – spiega Marco. – Il premio è stato organizzato dall’Associazione italiana in Gran Bretagna PAPÀ (Pizza And Pasta Association), in occasione dell’anniversario per 40 anni di attività. Il torneo ha coinvolto oltre cento pizzaioli su sei categorie, io ne ho vinte tre di quelle sei. Ringrazio chi mi è stato affianco all’EEPS, l’azienda Polselli e Carnevale Group (uno dei più grandi importatori di prodotti Italiani per la ristorazione in Gran Bretagna)».
marco-fuso-2.jpgMarco si sta già preparando per il prossimo evento mondiale che si terrà a Las Vegas a Marzo.
«Pur ringraziando Londra per avermi accolto e apprezzato, rimango leccese DOC e super tifoso del Lecce, di cui non perdo nemmeno una partita e quando gareggio nel mondo lo faccio pensando di rappresentare la mia nazione con fierezza e la mia cultura. Così farò anche all’International Pizza Expo di Las Vegas.
Quando sono arrivato a Londra, lo standard della pizza in Inghilterra era concepito sul modello Americano (montagna di toppings, impasto spesso poco digeribile) a causa della mancanza di pizzaioli con esperienza e per la grande presenza di catene marco-fuso-3.jpgAmericane. Nei primi anni le mie difficoltà da pizzaiolo sono state rappresentate da una mancanza di conoscenza della vera pizza italiana, fatta con ingredienti semplici ma di qualità. Per fortuna negli ultimi 6-7 anni il fenomeno migratorio che ha visto Londra come città di riferimento per crescere e fare esperienza, soprattutto per i giovani, ha portato una maggiore richiesta di prodotti Italiani sul mercato della ristorazione. Questo fenomeno ha fatto sì che le persone residenti in Inghilterra potessero conoscere e apprezzare la vera pizza Italiana. Di conseguenza la figura professionale del Pizzaiolo è cresciuta di valore».


07/03/2018

Torna SU ↑



RISTONEWS
Attualità, sondaggi, news
Interviste e opinioni
Gestione e legislazione
MONDOPIZZA
Pizzanews
Professione pizzaiolo
Pizza&core
Ricette
RISTORANTI
Professione ristoraro
Ricette
LOCALI D.O.C.
Pizzerie
Ristoranti
Locali serali e bar
FOOD SERVICE
Aziende
Prodotti
BEVERAGE
Aziende
Prodotti
ATTREZZATURE
Aziende e prodotti
Arredi e hotellerie
EVENTI
Fiere
Eventi
Top News
Filo Diretto
Beverage
CONTATTI
PRIVACY - COOKIES

PUBBLICITA'
Feed RSS