HOME / Beverage / Aziende
Birra trappista diventa "Made in Usa"

Per la prima volta la birra trappista è "Made in Usa". Dopo oltre un secolo, è caduto il tabù che riservava ai monaci trappisti di otto monasteri in Europa la produzione dell`unica birra riconosciuta "autentica trappista" dall`International Trappist Association. 

 monaco.jpg

I monasteri sono sei in Belgio, uno in Olanda e uno in Austria. Alla lista si aggiunge il Massachusetts con i 63 frati del St. Joseph`s Abbey, a circa un`ora da Boston, che hanno cominciato a vendere la prima birra trappista prodotta al di fuori dell`Europa. 

Per cimentarsi nell`impresa, i monaci hanno interrotto una tradizione di oltre 60 anni che li vedeva impegnati nella produzione di gustose marmellate. La loro iniziativa, tuttavia, in principio, non è stata vista di buon occhio dai colleghi oltreoceano, forse preoccupati per la concorrenza, oltre che scettici. Tuttavia i monaci americani non si sono lasciati intimorire e armati di pazienza si sono trasferiti in Belgio sia per apprendere l`arte sia per convincere gli europei che anche loro potevano produrre la stessa birra in Usa. Una volta convinti, gli europei si sono messi a dispensare consigli e cosi dopo un investimento milionario e varie prove, ecco nata la "Spencer Trappist Ale", con una percentuale alcolica di 6.5 gradi, dal colore dorato. Per ora la birra sarà venduta solo in Massachusetts ma si spera che presto venga distribuita a livello nazionale e poi internazionale.

 

Birra trappista diventa "Made in Usa"

Per la prima volta la birra trappista è "Made in Usa". Dopo oltre un secolo, è caduto il tabù che riservava ai monaci trappisti di otto monasteri in Europa la produzione dell`unica birra riconosciuta "autentica trappista" dall`International Trappist Association.

 

birre3.jpgI monasteri sono sei in Belgio, uno in Olanda e uno in Austria. Alla lista si aggiunge il Massachusetts con i 63 frati del St. Joseph`s Abbey, a circa un`ora da Boston, che hanno cominciato a vendere la prima birra trappista prodotta al di fuori dell`Europa. 

Per cimentarsi nell`impresa, i monaci hanno interrotto una tradizione di oltre 60 anni che li vedeva impegnati nella produzione di gustose marmellate. La loro iniziativa, tuttavia, in principio, non è stata vista di buon occhio dai colleghi oltreoceano, forse preoccupati per la concorrenza, oltre che scettici. Tuttavia i monaci americani non si sono lasciati intimorire e armati di pazienza si sono trasferiti in Belgio sia per apprendere l`arte sia per convincere gli europei che anche loro potevano produrre la stessa birra in Usa. Una volta convinti, gli europei si sono messi a dispensare consigli e cosi dopo un investimento milionario e varie prove, ecco nata la "Spencer Trappist Ale", con una percentuale alcolica di 6.5 gradi, dal colore dorato. Per ora la birra sarà venduta solo in Massachusetts ma si spera che presto venga distribuita a livello nazionale e poi internazionale.

- See more at: http://www.italgrob.it/sezione.asp?IdPost=5019&M=Birra&C=Birra%20News#sthash.fcaMSdF5.dpuf

05/02/2014

Torna SU ↑



RISTONEWS
Attualità, sondaggi, news
Interviste e opinioni
Gestione e legislazione
MONDOPIZZA
Pizzanews
Professione pizzaiolo
Pizza&core
Ricette
RISTORANTI
Professione ristoraro
Ricette
LOCALI D.O.C.
Pizzerie
Ristoranti
Locali serali e bar
FOOD SERVICE
Aziende
Prodotti
BEVERAGE
Aziende
Prodotti
ATTREZZATURE
Aziende e prodotti
Arredi e hotellerie
EVENTI
Fiere
Eventi
Top News
Filo Diretto
Beverage
CONTATTI
PRIVACY - COOKIES

PUBBLICITA'
Feed RSS